CEREV - Attività e servizi
Questionario sulle abitudini di consumo del latte crudo in Italia

Perché un questionario per i consumatori?
La valutazione del rischio è un processo, basato su dati scientifici, che calcola la probabilità di un evento indesiderato per il consumatore (es. una gastroenterite) per un determinato patogeno  e alimento.
Questa probabilità deriva da diverse variabili, alcune delle quali la aumentano  (quali ad esempio la probabilità che l‘alimento sia contaminato all‘origine, il numero di germi in una porzione di alimento contaminato, la frequenza con la quale l‘alimento viene consumato, ecc.), altre che la diminuiscono (quali ad esempio il controllo prima dell‘immissione in commercio, l‘impiego di trattamenti in grado di inattivare il patogeno, ecc.). Dalla combinazione di questi fattori deriva una probabilità di danno (rischio) legata al consumo dell‘alimento considerato che può essere accettabile o meno da parte del singolo consumatore o della società (che si fa carico dei costi di trattamento e cura delle malattie).
E‘ evidente che in tale valutazione non sono secondarie le modalità con cui un alimento immesso in commercio viene conservato, preparato e consumato da parte del consumatore finale. Scopo del questionario è quello di raccogliere informazioni relativamente alle fasi di vita dell‘alimento  successivamente all‘acquisto da parte del consumatore finale.
Perché il latte crudo?
Il latte crudo è stato scelto soprattutto per la semplicità del modello per il calcolo del rischio. Infatti questo alimento non viene sottoposto ad alcun trattamento, se non il freddo, dal momento della produzione alla commercializzazione. Inoltre si tratta di un alimento conservato per un tempo breve e per lo più consumato tal quale. Tutto ciò riduce di molto il numero di fattori che devono essere considerati per il calcolo del rischio.
D‘altro canto non va taciuto che proprio la brevità della catena e le caratteristiche di questo particolare  alimento di origine animale preoccupano non poco gli operatori di sanità pubblica ai quali è stato assegnato il compito di prevenire gli eventuali danni derivanti dal consumo di alimenti.
Come viene condotta l‘indagine?
E‘ stato predisposto un questionario da sottoporre a consumatori di latte crudo. Oltre alla versione on-line questionario verrà somministrato anche a consumatori direttamente nei luoghi dove tale alimento viene commercializzato (es. nelle vicinanze di un distributore di latte crudo).
L‘indagine è assolutamente anonima, le informazioni relativamente ad alcuni dati personali vengono utilizzate unicamente per valutare se il campione a cui è stato sottoposto il questionario è rappresentativo della popolazione.
Il questionario è composto da due parti: una relativamente alle modalità di conservazione e consumo del latte crudo da parte del consumatore finale; è quella che utilizzeremo per la valutazione del rischio. La seconda parte invece raccoglie dati sulla percezione del rischio e sulle motivazioni all‘acquisto. Questi dati verranno confrontati con quelli di indagini analoghe per analizzare comportamento e conoscenze del pubblico relativamente al latte crudo.

VAI AL QUESTIONARIO

ACCEDI AI PRIMI RISULTATI
Per ulteriori informazioni, per ricevere copia cartacea del questionario o partecipare a qualsiasi titolo alla indagine contattare il CEREV (tel. 051-4200032; cerev@izsler.it)


Ultimo aggiornamento di questa pagina: 26-JUN-12
 

Istituto Zooprofilattico di Brescia - Copyright @2005 - Strumenti Software a cura di Seed