CEREV - Sanità Animale
Influenza Aviare

L‘epidemia di Influenza Aviare da virus H7N1 ad alta patogenicità che ha duramente colpito le popolazioni avicole del Nord Italia nel 2000/01 ha evidenziato l‘esigenza di disporre di informazioni continuamente aggiornate sull‘epidemia. Se da un lato il sistema infomativo ufficiale mostra la sua inadeguatezza nel seguire tempestivamente l‘evolversi della situazione epidemiologica, notevoli sforzi sono stati compiuti a tale scopo dalle Regioni direttamente coinvolte nella lotta alla epidemia.
Queste pagine sono state attivate allo scopo di informare gli operatori della Sanità Pubblica Veterinaria, gli allevatori e quanti altri possono averne interesse, sulle attività svolte dai servizi Veterinari Pubblici dell‘Emilia Romagna per contrastare la diffusione della malattia.
La malattia                                            Aggiornamenti in Emilia Romagna                         Aggiornamenti in Italia
 
Aggiornamenti sulla situazione sanitaria in Emilia Romagna
 

Ordinanze Regionali
Elenco Focolai (dal 2002)
Cronologia Eventi
Risultati Piani di monitoraggio
_________________________________________________________________________________________________


Note Regionali  

- Nota n. ASS/VET/02/43458 del 07/11/2002. Indicazioni operative per la macellazione di volatili provenienti da zona di attenzione.
Ordinanze Regionali in vigore

- Testo dell‘Ordinanza del Presidente della Giunta Regionale n. 179 del 30/09/2011 "Misure di contenimento dell‘influenza aviaria nella regione Emilia-Romagna relativa a revoca delle ordinanze 258/2000, 87/2004, 242/2004 e 151/2006"
 L‘influenza Aviaria in Emilia-Romagna (dal 2004 ad oggi)

- Elenco dei focolai di Influenza Aviare denunciati in Emilia-Romagna
- Nel 2014 sono stati segnalati due focolai di influenza aviare.
- Nel 2013 in Emilia-Romagna sono stati segnalati tre focolai di influenza aviare a bassa patogenicità e 6 focolai da virus H7N7 ad alta patogenicità.
- Nel 2012 sono stati segnalati due focolai di influenza aviare.
- Nel 2011 sono stati segnalati due focolai di influenza aviare (nella stessa azienda).
- Nel 2010 è stato segnalato un focolaio di influenza aviare.
- Nel 2009 sono stati segnalati cinque focolai di influenza aviare.
- Nel 2008 sono stati segnalati due focolai di influenza aviare.
- Nel 2007 sono stati segnalati tre focolai di influenza aviare.
- Negli anni 2004-2006 non sono stati segnalati focolai di influenza aviare in Emilia-Romagna.
Piano di Monitoraggio permanente
In Emilia-Romagna viene attuato un piano di monitoraggio permanente che prevede il controllo periodico di tutti gli allevamenti avicoli commerciali. In seguito alla rilevazione di focolai di IA, la frequenza dei controlli viene aumentata attraverso l‘attivazione di un piano di controllo di emergenza che viene effettuato con modalità diverse a seconda delle tipologie di allevamento interessato.

- Dal 2008 i risultati dei piani di monitoraggio annuali sono raccolti nella Relazione Tecnica del SEER (consulta le relazioni tecniche).
- Risultati del piano di monitoraggio permanente Anno 2007.pdf (286KB)
- Risultati del piano di monitoraggio permanente Anno 2006.pdf (273KB)
- Risultati del piano di monitoraggio permanente Anno 2005.pdf (389KB)
- Risultati del piano di monitoraggio permanente Anno 2004.pdf (349KB)
- Risultati del piano di monitoraggio permanente Anno 2003.pdf (234 KB)
- Risultati del piano di monitoraggio permanente Anno 2002.pdf (213 KB)
- Risultati del piano di monitoraggio permanente Anno 2001.pdf (200 KB)

Per ulteriori informazioni sulla situazione nazionale

- Aggiornamenti forniti dalla Società Italiana di Patologia Aviare (SIPA)
- Focus sull‘influenza Aviaria diEpiCentro (ISS)
- Aggiornamenti predisposti dal Centro Nazionale di Referenza di Padova
- Aggiornamenti predisposti dal OEVRL di Brescia
Link a Siti internazionali

- Il portale OIE sull‘influenza Aviare (in Inglese)
- UE pagine sull‘influenza a cura della DG Salute e Protezione dei Consumatori (in Inglese)
- UE pagine sull‘influenza a cura della DG Sanità e Benessere Animale (in Inglese)
 aggiornato il 16/07/2014
 

 



 
 

Ultimo aggiornamento di questa pagina: 16-JUL-14
 

Istituto Zooprofilattico di Brescia - Copyright @2005 - Strumenti Software a cura di Seed